giovedì 18 aprile 2019

Pane nel mondo: Hornazos de San Marcos (Spagna)

Ecco il mio "Hornazos de San Marcos" il pane di Pasqua spagnolo. Ho accettato l'invito che ci ha fatto la Cuochina di Quanti modi di fare e rifare perché preparare il pane è la cosa che mi piace fare di più. Certamente per festeggiare questa Pasqua 2019 ho fatto le colombe, ma volevo anche preparare un pane diverso e questo mi è sembrato l'ideale.
Io l'ho fatto, come sempre, con il mio licoli ed è venuto morbido e profumato.

Ho letto nel blog della Cuochina una storia molto spiritosa relativa a questo pane, questa:
In molti villaggi, ancor oggi, si celebra il San Marcos Day con escursioni o pic-nic nei campi, portandosi hornazo, e qui avviene la fatidica "rottura dell'uovo sodo" di hornazo. Cioè: si prende l'uovo sodo da dentro hornazo e, per sgusciarlo agevolmente, lo si sbatte sulla fronte del primo malcapitato che si incontra, che non si aspetta questo trattamento, ma senza fargli male.
Non mi resta di andare al
la ricerca di qualcuno.... altrimenti come faccio a rompere il guscio dell'uovo sodo?  
Grazie Cuochina, mi piacciono tutti i tuoi lievitati, con la tag "pane nel mondo"!

Hornazos de San Marcos 
(pane di Pasqua della Spagna)

Ingredienti per Hornazos:
- 250 g di farina di forza
- 90 g di licoli molto attivo
- 60 ml di acqua tiepida
- 35 ml di olio extravergine di oliva
- 40 g di zucchero semolato
- 1 uovo medio
- 1 cucchiaino di matalahúva (anice verde)
- poco sale
Altri ingredienti di Hornazo:
- 1/2 uovo per spennellare
- 2 uova medie sode
- zucchero semolato

Preparazione:
Prima di tutto ho rinfrescato per due volte licoli e fatto lievitare. Quindi, ho fatto bollire le due uova.
Ho fatto riscaldare leggermente l'olio evo con i semi di anice verde ed ho lasciato raffreddare.
In una ciotola ho mescolato farina, sale e zucchero, unito l'uovo sbattuto, l'acqua tiepida, licoli ed ho compattato gli ingredienti. Ho fatto inglobare in piccole quantità l'olio evo con l'anice verde all'impasto. Ho trasferito l'impasto sul piano lavoro leggermente infarinato ed impastato a lungo, fino a farlo diventare liscio e morbido. L'ho trasferito in una ciotola appena unta, coperto con un panno e lasciato lievitare, in un luogo caldo, fino al raddoppio.
Ho travasato l'impasto sul piano lavoro leggermente infarinato, degassato e diviso in 2 pezzi da 200 g e 4 da 17 g. ed uno da 50 g circa con cui preparare 2 piccolissimi panini.
Ho appallottolato uno dei pezzi più grandi, formato un incavo al centro ed inserito l'uovo sodo, allungato due dei pezzi più piccoli e li ho incrociati sull'uovo, ho proseguito allo stesso modo con gli altri pezzi. Ho arrotolato i due piccoli pezzi e li ho schiacciati per fare gli ochíos. Ho spostato tutto sulla teglia ricoperta da carta forno, coperto e fatto lievitare nuovamente sino al raddoppio.
Ho sbattuto il mezzo uovo e spennellato tutti i lievitati, ho cosparso sopra dello zucchero semolato. Fatto riscaldare il forno a 200°C, inserito la teglia, diminuito la temperatura a 190°C e fatto cuocere per 25~30 minuti, fino a doratura.

Buona Pasqua a tutti!




3 commenti:

  1. E' proprio bello questo pane spagnolo per festeggiare la Santa Pasqua, vero? Ancora di più perché fatto tra di noi: le quattro spadaccine infarinate (io, tu, Maria V.& Braccio D. e Ornella), é stato molto divertente. Grazie a tutte noi!
    Baci

    RispondiElimina
  2. Bellissimo Nadia! E come dice Anna è ancora più bello perché lo abbiamo fatto in contemporanea. Grazie, cara buona Pasqua a te e famiglia

    RispondiElimina
  3. Un pane strepitoso e che bello mettere le mani in pasta con te, Anna e Ornella. Un abbraccio!

    RispondiElimina

Possono interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...