domenica 9 aprile 2017

Quanti Modi di Fare e Rifare il Tagano

Evviva la primaveraaaa!! E siamo anche al momento dell'iniziativa di Quanti modi di fare e rifare organizzata da Cuochina, Anna e Ornella.
Ad aprile la Cuochina ci propone il Tagano, un'altra gustosissima ricetta da fare e rifare :-))

Ingredienti:

  • 400g di pasta tipo rigatoni( io penne)
  • 200g di carne macinata (metà suina e metà bovina)
  • 150g di passata di pomodoro 
  • 4 uova
  • Un bicchiere di latte 
  • 1 cipolla bianca
  • 150g di piselli freschi pesati senza buccia( io congelati)
  • formaggio  tuma (io formaggio pecorino tenero)
  • 50g di pecorino grattugiato
  • 50g di pane grattugiato
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
Ho iniziato facendo il ragù: ho tagliato la cipolla, l'ho fatta soffriggere in poco olio, ho aggiunto la carne e fatto rosolare bene, quindi ho unito il pomodoro e ho fatto cuocere a fuoco lento per un paio d'ore. Dieci minuti prima di ultimare la cottura, ho aggiunto i piselli.
Nel frattempo ho lessato al dente la pasta, ho tagliato a fettine il formaggio, ho unito le uova e il latte ed ho mescolato bene.
Ho condito in una ciotola la pasta con il ragù. Ho imburrato una pirofila, l'ho spolverata con il pane grattugiato e ho fatto tre strati: prima la pasta, poi un terzo dell'uovo sbattuto con il latte, il formaggio a fette, ed ho cosparso il pecorino ed il pane grattugiato. 
Ho infornato a 200 gradi per circa 20 minuti. 
L'abbiamo gustato subito fumante, buono buono da fare e rifare :-))

Il 14 maggio 2017 realizzeremo

                                                                   

domenica 12 marzo 2017

Quanti Modi di Fare e Rifare il Gulasch di Manzo

A marzo la Cuochina, per all'appuntamento di Quanti modi di fare e rifare, ci propone uno squisito piatto regionale altoatesino: il  Gulasch di manzo.
Ottimo piatto della domenica, ha profumato piacevolmente di nuove spezie la mia cucina. L'ho accompagnato con la polenta, veramente ottimo. Inutile dire che non ne è avanzato per niente, grazie Cuochina fai sempre centro ci proponi ricette sempre squisite :-))

Ingredienti :

  • Dosi per 2 persone 
  • 1 kg di polpa di manzo a pezzettoni 
  • 200gr di passata di pomodoro 
  • 2 cipolle
  • brodo qb 
  • 1 cucchiaio di strutto 
  • 1 spicchio d'aglio 
  • alloro, maggiorana 
  • cumino, paprika 
  • aceto, sale 
  • scorza di limone 
In una capiente casseruola ho messo lo strutto, la cipolla e l'aglio e ho lasciato appassire. Ho sfumato con un po' di aceto e poi ho messo la carne che ho fatto rosolare, quindi ho aggiunto le spezie e il pomodoro. Ho lasciato cuocere a fuoco basso per circa tre ore, aggiungendo man mano del brodo vegetale. Un ora prima di servire ho fatto la polenta per completare il piatto. Semplice gustosissimo ottimo piatto della domenica.

Nel prossimo incontro organizzato dalla Cuochina, 
che sarà il 9 aprile 2017 realizzeremo il Tagano


                                                              





   
                                                              



domenica 12 febbraio 2017

Quanti Modi di Fare e Rifare la Cicerchiata

Eccomi al consueto appuntamento mensile con Quanti modi di fare e rifare, anche oggi la Cuochina ci propone un ottima e golosissima ricetta regionale: la Cicerchiata.
Carnevale è qui e riempie la nostra cucina di tanti fritti, frittelle, chiacchiere ed ora anche di cicerchiata che sono stata felice di aver scoperto, è buonissima :-))

Ingredienti:

  • 100g di farina 
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di sambuca
  • 1 cucchiaio olio evo
  • la buccia grattugiata di un limone 
  • mandorle tritate
  • 150g di miele
  • olio per friggere 
  • codette colorate
Ho messo in una fondina liquore, uovo, olio, buccia di limone grattugiato e, per ultimo la farina ed ho impastato. Risulta un impasto morbido ma non appiccicoso. Ho fatto due rotolini grossi quanto una matita e li ho tagliati in piccoli pezzi che ho arrotondato tra le mani ricavando tante palline.
Le ho fatte friggere, poco per volta, e fatte a sgocciolare su carta assorbente. Mentre friggevano si sono gonfiate molto, la prossima volta le farò più piccole.
Ho messo in una pentola il miele e l'ho fatto scaldare finché non era ben dorato, ho tolto la pentola dal fuoco ed ho aggiunto le palline. Ho mescolato bene, le ho versate in un piatto dando la forma a ciambella, per formare il buco, al centro ho messo un bicchiere bagnato. 
Ho cosparso le mandorle tritate e le codette colorate ed appena si è ben raffreddata l'abbiamo gustata. Veramente ottima!

Nel prossimo incontro organizzato dalla Cuochina,   
che sarà il 12 marzo 2017, realizzeremo il
                                               



domenica 8 gennaio 2017

Quanti Modi di Fare e Rifare le Orecchiette con le cime di rapa

Eccomi appena in tempo al consueto appuntamento mensile con Quanti modi di fare e rifare, anche oggi mettiamo ben volentieri le mani in pasta per un piatto regionale le Orecchiette con le cime di rapa.
Quest'anno non è iniziato con i migliori auspici, l'ultimo dell'anno ed il primo con la febbre, poi per continuare in bellezza mi sono affettata due dita con l'affettatrice. Va beh, non mi perdo d'animo e visto gli eventi, non può che migliorare .Avendo la mano destra fasciata mi sono fatta aiutare da mio marito che devo dire si è pure divertito Ahahahahahahaha. Tutti i mali non vengono per nuocere, dice un proverbio....
Le orecchiette le avevo cucinate altre volte, ma mai con la ricetta tradizionale, ed è inutile dirlo, sono buonissime! Grazie Cuochina che porti nella mia cucina sempre profumi e sapori nuovi :-))

Ingredienti:

  • 150gr farina debole 
  • 150gr semola rimacinata
  • 100gr di acqua 
  • 1kg cime di rapa
  • Qualche acciuga sottolio già dissalata 
  • Uno spicchio d'aglio 
  • Olio evo qb 
  • Una manciata di Parmigiano grattugiato 
Ho impastato le farine con l'acqua e ho lasciato riposare l'impasto, coperto con la pellicola, una mezz'oretta. Poi l'ho diviso in pezzi e ho fatto dei rotolini come per fare gli gnocchi, ho tagliato dei pezzettini piccoli che ho schiacciato con la punta del coltello formando così le orecchiette, e man mano che le facevo le disponevo sul tavolo leggermente infarinato. 
Ho pulito e tolto i costoni più duri alle cime di rapa e le ho fatte bollire in abbondante acqua non salata. A parte ho messo in una capiente padella olio e aglio e l'ho fatto soffriggere, quindi ho tolto l'aglio. Ho messo le acciughe e le ho fatte sciogliere nell'olio insaporito con l'aglio. Quando le cime di rapa sono cotte ho aggiunto le orecchiette nella stessa pentola e dopo pochi minuti sono venute a galla. Ho scolato tutto insieme lasciando un po' di acqua e ho buttato il tutto nella pentola con il condimento. Ho saltato la pasta e ho messo una spolverata di parmigiano. Buone, buone e che profumino. Al solito ho fatto fatica a fare le foto con tre affamati che mi guardavano imploranti Ahahahahahahaha!!

GRAZIE CUOCHINA
il 12 febbraio 2017 realizzeremo
 La   Cicerchiata

Possono interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...