domenica 14 dicembre 2014

Quanti Modi di Fare e rifare la Torta di miele e frutta secca

Eccoci qui è già dicembre e sono qui per la bella iniziativa di Anna e Ornella e della nostra Cuochina di "Quanti Modi di Fare e Rifare".
Questo mese siamo ospitati da Donatella del blog "L'ingrediente perduto" per realizzare insieme la Torta di miele e frutta secca È stata una piacevole scoperta, non avrei mai pensato di poter fare il panforte in casa. Questo dolce ha un profumo è un gusto unico che è piaciuto molto a tutti. 
Per gustarla qualche giorno dopo, come consigliato da Donatella, devo farne un'altra e nasconderla perché questa se la sono spazzolata subito. Donatella, grazie per la ricetta è stato un piacere realizzarla.

                                                

Ingredienti:

  • 125gr di mandorle non pelate
  • 100gr di noci sgusciate
  • 250gr miele mille fiori
  • 200gr zucchero semolato
  • 250gr farina 
  • un cucchiaino di cannella 
  • due chiodi di garofano polverizzati
  • un limone succo e buccia
  • un cucchiaio di liquore all'arancia
  • 1/2 bustina di lievito
  • zucchero a velo per decorare
Ho frullato nel macina caffè un cucchiaio di zucchero con i chiodi di garofano. Ho tritato grossolanamente le mandorle e le noci le ho messe in una terrina insieme alla buccia del limone e il succo, il liquore, il resto dello zucchero. In un pentolino ho fatto scaldare, a fuoco basso, il miele finché ha raggiunto il bollore e l'ho versato sopra a tutti gli ingredienti mischiato bene. Ho aggiunto la farina e il lievito setacciato insieme amalgamando il tutto.
Ho imburrato una teglia (la mia era un po' più grande) e ho messo tutto l'impasto. Quando il forno ha raggiunto i 170 gradi, ho infornata e fatto cuocere per circa mezz'ora. Quando si è ben raffreddata l'ho sformata e cosparsa di zucchero a velo.

       L'11gennaio 2015 saremo in Giappone da Anna
del blog C'è di mezzo il mare
 per realizzare Onigiri

Tanti auguri per le prossime feste a tutti!!

domenica 9 novembre 2014

Quanti Modi di Fare e Rifare i Caronsei

                                     
Oggi, 9 novembre è un giorno speciale perché la Cuochina di Quanti modi di fare e rifare è venuta a trovarmi, con mia grande gioia e sono molto onorata di ospitarla. La mia proposta per la ricetta del mese da fare tutti insieme sono i  Caronsei, dei ravioli rustici che fanno parte della mia trazione. 
La ricetta che ho pubblicato lo scorso anno dei caronsei è quella classica che preparo spesso (in genere per qualche occasione speciale), per farli compro gli ingredienti necessari per realizzarli in quel modo.
La mia nonna però non utilizzava ingredienti acquistati apposta, per fare il ripieno usava quello che aveva in casa, ingredienti poveri (spesso avanzi). Realizzava questo gustoso piatto con poca spesa e riusciva a sfamare tutta la famiglia. 
Questa volta ho fatto anch'io come la nonna, ho aperto il frigo e ho guardato cosa c'era. Ho trovato una crosta di formaggio bagoss*, un fondo di speck, avevo degli spinaci e ho aggiunto la base di pane, latte e uova e ne è venuto fuori un ripieno molto gustoso. 
Ho realizzato una versione piu veloce, non ho tagliato l'impasto con lo stampo tondo, ho solo piegato la pasta sopra il ripieno e poi li ho tagliati con la rotella, in questo modo diventano quadrati e si evita di avere ritagli.
Lo speck gli ha dato quel gusto leggermente affumicato che e piaciuto molto.
Non vedo l'ora di vedere tutte le versioni di questa ricetta e come verrà trasformata dalle nostre amiche cuochine che insieme ad Anna e Ornella partecipano ogni mese all'iniziativa di Quanti Modi di Fare e Rifare".
* BAGOSS = formaggio tipico di Bagolino molto pregiato, molto gustoso.

Ingredienti:

per il ripieno:
  • 100 gr di bagoss grattugiato
  • 200 gr parmigiano
  • 2 panini raffermi
  • latte qb
  • 4 uova
  • 100 gr di speck 
  • una manciata di spinaci
  • pane grattugiato qb
  • mezza cipolla
  • un goccio di olio evo 
  • un pizzico di spezie
per la pasta:
  • tre uova
  • acqua + uova per un totale di 250 gr
  • 500 gr di farina bianca
  • 10 gr olio evo
Per condire
  • 100g di burro
  • uno spicchio di aglio
  • un ciuffetto di salvia
  • parmigiano qb
Per prima cosa ho spezzato il pane, in una capiente ciotola, coperto con il latte e lasciato ammorbidire per un po'. Nel frattempo ho preparato la pasta  con farina, uova, acqua e olio ed ho impastato fino ad ottenere una pasta liscia. L'ho coperta con la pellicola e l'ho messa da parte. Ho tritato il formaggio e passato nel tritacarne lo speck. 
In una pentola ho messo poco olio, la cipolla tritata che ho fatto soffriggere, ho aggiunto lo speck e gli spinaci precedentemente cotti e strizzati e ho fatto rosolare bene. Ho aggiunto il tutto al pane, ormai morbido, ho unito i formaggi le uova e le spezie e il pangrattato necessario per ottenere un ripieno non troppo morbido. Ho tirato la pasta con la nonna papera, prima al massimo dello spessore, poi leggermente più sottile.
Ho messo su un lato della sfoglia dei pizzicotti di ripieno distanziandoli, ho ribaltato sopra la sfoglia, ho tagliato i ravioli con la rotella e li ho chiusi bene con i rebbi della forchetta. 
Ho fatto bollire i caronsei in abbondante acqua salata, nel frattempo ho fatto soffriggere l'aglio, la salvia ed il burro, facendolo diventa color nocciola. Ho spolverato con abbondante parmigiano e ho servito agli affamati.........                                     
Appena prima di finire in pentola



 
Il 14 dicembre saremo da
Donatella del blog L'ingrediente perduto



 

domenica 12 ottobre 2014

Quanti Modi di Fare e Rifare Sos Pabassinos

Oggi, 12 novembre, eccoci a partecipare alla bella iniziativa di Anna e Ornella e della nostra Cuochina di "QuantiModi di Fare e Rifare".
Siamo nella cucina di Paola del blog: Pinkopanino per realizzare insieme Sos Pabassinos.
Grazie Paola di aver condiviso con noi questi ottimi dolcetti che non conoscevo e che sono stati un'ottima scoperta. 
Ho voluto farne due versioni, quella classica, che ci propone Paola, ed una versione al cioccolato. Dopo un consulto familiare non c'è stato un dolcetto vincente sull'altro, entrambi sono stati molto graditi.  Grazie Paola della tua bella e facile ricetta. Capisco perfettamente lo sforzo di dare delle dosi precise con le ricette tipiche che si fanno ad occhio, cioè dettate dall'esperienza e dalla pratica. 
Devo dire che con queste dosi è venuto un impasto perfetto.
Il mese prossimo ci incontreremo da me, mi raccomando non mancate, ci conto!!!!!!

Ingredienti :

  • 500 gr di farina
  • 125 gr di zucchero 
  • La scorza grattugiata di un limone 
  • 130 gr di strutto 
  • 3 uova
  • 150 gr di nocciole tostate
  • 20 gr di semi di anice
  • 150 gr di uvetta passa
  • Una bustina di lievito per dolci
  • 200 gr di zucchero a velo
  • Confetti colorati 
  • 100 gr di gocce di cioccolato (mia aggiunta)
  • Codette di cioccolato (mia aggiunta)
Prima di iniziare ho messo a bagno in acqua fredda l'uvetta. Nella planetaria ho messo le uova, lo strutto a temperatura ambiente, lo zucchero, la scorza del limone il lievito e ho cominciato a impastare, quando aveva la consistenza della frolla ho aggiunto le nocciole. Ho diviso l'impasto ottenuto in due, ad uno ho aggiunto le gocce di cioccolato e all'altro l'anice e l'uvetta. L'impasto e risultato subito perfetto e lavorabile, cosi senza riposo in frigo. Ho fatto due salsicciotti, li ho tagliati a losanghe, messi su carta forno e infornati a 180 gradi fino a doratura, circa 15 minuti.
Ho fatto la glassa con lo zucchero a velo e poca acqua, l'ho messa sui biscotti, quelli tradizionali li ho cosparsi con i confettini colorati, gli altri con le codette di cioccolato. Tutto qui, semplici ma con un gusto molto particolare dato dallo strutto.
                                            Al cioccolato                      Tradizionali



                                              Il 9 novembre 2014 saremo nella mia cucina
 Per realizzare i miei  Caronsei
Vi aspetto!!!

                                          

domenica 14 settembre 2014

Quanti Modi di Fare e Rifare La zuppa lombarda

Eccoci qui a settembre e finalmente, dopo la pausa estiva, ricomincia la bella iniziativa di Anna e Ornella e della nostra Cuochina "QuantiModi di Fare e Rifare".
Questo mese siamo ospitati da Elena del blog " A pancia piena si ragiona meglio" per realizzare insieme La zuppa lombarda. Sono una lombarda doc ma devo dire che non conoscevo questa ricetta, è stata una piacevole scoperta, è piaciuta tanto. Mi sono permessa di aggiungere alcuni ingredienti per adattarla meglio ai nostri gusti. E'un piatto semplice ma molto gustoso.
         

Ingredienti :

  • 500gr fagioli cannellini secchi
  • Fette di pane (io ho usato i miei filoni)
  • Uno spicchio di aglio
  • Un rametto di rosmarino
  • Qualche foglia di salvia 
  • Olio qb
  • Sale pepe
  • Grana Padano qb
  • 100gr pancetta affumicata (mia aggiunta)
  • Passata di pomodoro (mia aggiunta)
  • Peperoncino (mia aggiunta )
La sera prima ho messo a bagno in abbondante acqua i fagioli per farli ammorbidire. Il giorno dopo li ho fatti bollire per circa un'ora con salvia e rosmarino (li ho messi in una garza in modo che dessero il loro sapore senza che il rosmarino sporcasse la zuppa con gli aghi). Ho fatto soffriggere in poco olio l'aglio e la pancetta, ho tolto l'aglio ed ho aggiunto la pancetta con l'olio ai fagioli cotti, ho messo il pomodoro e il peperoncino aggiustato di sale, ho fatto cuocere ancora qualche minuto in modo che tutto si insaporisse. Nel frattempo ho tagliato il pane e l'ho fatto tostare in padella. Prima di servire ho spolverato con grana padano ed ho appoggiato sopra il pane. Si sono leccati anche le orecchie.......


 Il 12 ottobre siamo da Paola del blog : Pinkopanino
 Per fare i Sos Pabassinos 
                                                                                                                                                                       

sabato 30 agosto 2014

Mafalde palermitane con il licoli e anche con ldb

                                  


Questo pane l'ho visto fare da Sara Papa una vera maestra dei lievitati . Ho modificato la ricetta per adattarla al licoli . E' un pane particolare profumato croccante fuori e morbido dentro.
Attenzione alla lievitazione perche' essendo un pane tutto di semola tende a spaccarsi .

Ingredienti:

  • 200gr licoli attivo
  • 400gr semola rimacinata
  • 250gr acqua
  • 10gr sale
  • 1 uovo e semi di sesamo 
Per il poolish con il lievito di birra :
  • 100g acqua
  • 100g farina di forza
  • 4g di lievito di birra essiccato
                                         

Mescolare bene tutti gli ingredienti del poolish e mettere in un recipiente molto grande, non serve impastare deve risultare una cremina ben amalgamata, mi raccomando di non aggiungere altra farina.
Lasciare lievitare, deve triplicare e risultare un impasto molto gonfio e pieno di bolle. L'ho messo nel forno spento con la luce accesa, quindi a circa 24 gradi e ci è voluto meno di un'ora. Questo è il "finto licoli".
Adesso bisogna procedere come spiego nella ricetta qui sotto che rimane esattamente uguale, l'unica cosa che varia sono i tempi di lievitazione. 
Per questa ricetta si può partire con l'impasto al mattino e saltare il passaggio in frigo, quando è raddoppiato formare i panini  e poi far lievitare di nuovo. 
Lavorando al mattino, per me è comodo il procedimento con il riposo in frigo, usando il licoli in questo modo riesco a panificare anche durante la settimana. Impasto la sera formo il pane al mattino e quando torno faccio cuocere; cosi evito anche di sbirciare continuamente la lievitazione.

Procedimento per entrambi i modi :
Mettere nella planetaria l'acqua, il miele, il licoli e mischiare bene. Aggiungere la farina e con il
gancio e impastare bene. Quando tutto è ben amalgamato far riposare per 30 minuti (autolisi). Aggiungere il sale e impastare per circa 15 minuti. Mettere sul tavolo e fare delle pieghe (per dare forza).
Fare una palla e mette in una grande ciotola unta con olio, coprire con la pellicola e far lievitare al caldo per tre ore. Poi mettere il tutto in una borsa di plastica  e infilare in frigo per tutta la notte.
Lasciate l'impasto a temperatura ambiente per un oretta poi dividetelo in pezzi da 100 gr circa , fare dei lunghi salsicciotti poi formare una serpentina ( foto sotto ) e il resto del rotolo appoggiatelo sopra la serpentina . Far lievitare 4 ore spennellare con l'uovo leggermente battuto cospargere sopra i semi di sesamo infornare a 200 gradi per circa 15 minuti. 

                                     

martedì 19 agosto 2014

Focaccia ripiena con l'impasto nr.6 e anche con ldb

                              
Non sono stata molto presente ultimamente ma ho continuato comunque a sfornare . Oggi ho preso il toro per le corna e ho deciso, faccio il post....... Ecco la focaccia ripiena fatta con l'impasto base nr.6 della Cuochina.
Utile anche come svuota frigo, oltre che buonissima. Ho messo dentro vari formaggi avanzati (non so voi ma qui quando ne resta solo un pezzetto non li mangiano più) e, nella focaccia di questa foto ci sono i wuster ma ci potete mettere tutto quello che vi piace . 
Con questa dose mi sono uscite due focacce . 


Poolish con licoli:

  • 40g di licol-kefir (o altro licoli) attivo
  • 60g di acqua
  • 60g farina di forza
Sciogliere licoli con l'acqua ed unire la farina, mescolare bene e mettere al caldo finché non triplica, circa 4 ore.

 

Poolish con ldb:

  • 80g acqua
  • 80g farina di forza
  • 5g lievito di birra disidratato
Mescolare bene tutti gli ingredienti del poolish e mettere in un recipiente molto grande, non serve impastare deve risultare una cremina ben amalgamata, mi raccomando di non aggiungere altra farina.
Lasciare lievitare, deve triplicare e risultare un impasto molto gonfio e pieno di bolle. L'ho messo nel forno spento con la luce accesa, quindi a circa 24 gradi e ci è voluto meno di un'ora. Questo è il "finto licoli".

Adesso bisogna procedere come spiego nella ricetta qui sotto che rimane esattamente uguale, l'unica cosa che varia sono i tempi di lievitazione. 
Per questa ricetta si può partire con l'impasto al mattino e saltare il passaggio in frigo, quando e' raddoppiato formare e poi far lievitare di nuovo. Lavorando al mattino, per me e' comodo il procedimento con il riposo in frigo. 
Usando licoli in questo modo riesco a panificare anche durante la settimana. Impasto la sera, formo il pane al mattino e, quando torno, faccio cuocere; cosi evito anche di sbirciare continuamente la lievitazione.
Ingredienti e procedimento per i due impasti:
  • 300g farina 0 
  • tutto il poolish
  • 140g acqua 
  • 20g strutto
  • Un cucchiaio di olio evo 
  • Un cucchiaino di miele 
  • 5g sale
Per il ripieno:
  • Avanzi di formaggi morbidi io fontina, taleggio e mozzarella
  • Wuster o prosciutto o a vostro piacere 

                            
Nella planetaria unire l'acqua, il poolish, il miele e mescolare bene, aggiungere l'olio e la farina setacciata, impastare con il gancio per qualche minuto finché non si stacca dalle pareti, far riposare 30 minuti per l'autolisi, riprendere a lavorare unendo lo strutto e per ultimo il sale, far impastare bene finché non si incorda. Trasferire sul tavolo leggermente infarinato e fare delle pieghe, quindi, fare una palla e trasferire in una ciotola unta di olio. Coprire con la pellicola e lasciare al caldo (nel forno spento con la luce accesa) per due ore. Inserire in una busta di plastica e mettere in frigo per tutta la notte. Al mattino lasciare l'impasto un'ora a tempera ambiente, poi dividere l'impasto in 4 parti uguali e fare delle palline, coprire con la pellicola e lasciare riposare un'ora. Ungere con poco olio due teglie da pizza, stendere una pallina di pasta e mettere nella teglia, farcirla  e coprire con un altra pallina ben stesa. Chiudere bene i bordi, coprire con la pellicola e lasciare lievitare 4 ore. Cuocere in forno a 250 gradi per circa 15 minuti.


                                                         per la madia della Cuochina
                                                         


sabato 2 agosto 2014

Grissini torinesi friabili con il licoli e anche con il ldb


                        
Oggi vi propongo questi grissini friabili e davvero golosi, sono uno tira l'altro. E' da tempo che li faccio e hanno sempre un gran successo, li metto in una scatola di latta per conservarli ma non durano molto ahahahah .........

Ingredienti:
  • 300g farina 1
  • 100g acqua
  • 150g licoli rinfrescato almeno tre volte
  • 10g sale
  • Un cucchiaino di miele
  • 40g burro
  • Semola rimacinata 
Per il poolish con il lievito di birra :
  • 75gr acqua
  • 75gr farina di forza
  • 4g di lievito di birra essiccato
Mescolare bene tutti gli ingredienti del poolish e mettere in un recipiente molto grande, non serve impastare deve risultare una cremina ben amalgamata, mi raccomando di non aggiungere altra farina.
Lasciare lievitare, deve triplicare e risultare un impasto molto gonfio e pieno di bolle. L'ho messo nel forno spento con la luce accesa, quindi a circa 24 gradi e ci è voluto meno di un'ora. Questo è il "finto licoli".
Adesso bisogna procedere come spiego nella ricetta qui sotto che rimane esattamente uguale, l'unica cosa che varia sono i tempi di lievitazione. 
Per questa ricetta si può partire con l'impasto al mattino e saltare il passaggio in frigo, quando è raddoppiato formare i panini  e poi far lievitare di nuovo. 
Lavorando al mattino, per me è comodo il procedimento con il riposo in frigo, usando il licoli in questo modo riesco a panificare anche durante la settimana. Impasto la sera formo il pane al mattino e quando torno faccio cuocere; cosi evito anche di sbirciare continuamente la lievitazione.

Procedimento per entrambi i modi :
Mettere nella planetaria l'acqua, il miele, licoli e mischiare bene. Aggiungere la farina e con il
gancio e impastare bene. Quando tutto è ben amalgamato far riposare per 30 minuti (autolisi). Aggiungere il burro e per ultimo il  sale e impastare per circa 15 minuti. Mettere sul tavolo e fare delle pieghe (per dare forza).
Fare una palla e mette in una grande ciotola unta con olio, coprire con la pellicola e far lievitare al caldo per tre ore. Poi mettere il tutto in una borsa di plastica  e infilare in frigo per tutta la notte. Al mattino riprendere l'impasto fare una piega a tre infarinare bene un canovaccio mettere l'impasto e coprire con la pellicola. Far lievitare per quattro ore o finché non sarà ben gonfio. Riprendere l'impasto e tagliare con la rotella della pizza delle strisce sottili. Arrotolate ogni striscia in poca semola allungandola della misura della teglia mettere i grissini sulla carta forno distanziati un po l'uno dall'altro ed infornare a 200 gradi finché non saranno ben dorati.

giovedì 24 luglio 2014

Cheesecake al cioccolato fondente e pesche

Rieccomi dopo le ferie !!!!!
Il rientro e' stato più difficile del previsto perché la vacanza e' stata un sogno, ma come tutti i sogni è finita presto.
Per un dolce rientro vi propongo una torta fresca, buona e facile da realizzare che ne pensate ........
Tratta da Alice Cucina di Luglio. 
   

Ingredienti :

Per la base:
  • 250gr di biscotti secchi
  • 100gr di burro fuso
Per il ripieno:
  • 300gr di ricotta vaccina
  • 350gr yogurt greco ( io kefir )
  • 150gr zucchero a velo
  • Mezza bacca di vaniglia
  • 200gr cioccolato fondente
  • 20gr di colla di pesce
  • Una manciata di amaretti
  • 3 o 4 pesche mature
  • 70gr zucchero di canna
Per guarnire :
  • Cioccolato a scaglie
  • Una pesca tagliata a fettine
Per prima cosa sbucciare le pesche, unire lo zucchero e far saltare in padella a fuoco vivo finché non si caramellano, ci vogliono circa 10 minuti (in alternativa, se si ha fretta, si possono usare le pesche sciroppate)
Mettere in acqua fredda la colla di pesce per farla ammorbidire.
Spezzettare il cioccolato e farlo fondere a bagno maria  (o al microonde)
Frullare i biscotti, mescolare con il burro fuso e mettere sulla base della tortiera (non serve imburrare), livellare, schiacciando bene con le dita.
Con le fruste, amalgamare bene la ricotta con lo yogurt e lo zucchero, aggiungere i semini della bacca di vaniglia. Strizzare bene la colla di pesce e farla sciogliere al microonde per qualche istante e aggiungere alla ricotta, ora unire il cioccolato fuso e miscelare tutto bene. Mettere metà della crema sulla base sopra mettere le pesche saltate in padella e coprire ancora con dell'altra crema. Coprite la tortiera con la pellicola e riporre il dolce in frigo per almeno 4 ore o, come ho fatto io, per tutta la notte. Dopo il riposo con un coltellino passare tutto il contorno dove ce la crema poi aprire la cerniera della tortiera. Decorare con il cioccolato e le fettine di pesca. Fresca buona non troppo dolce, a noi e' piaciuta !!!!       

      Ecco dove ho trovato il paradiso: Cassibile località Fontane Bianche, Sicilia.
                              


domenica 6 luglio 2014

Quanti Modi di Fare e Rifare Il pollo con i peperoni

Anche questo mese partecipo all'iniziativa di Anna e Ornella per Quanti modi di fare e rifare .
Oggi 6 luglio ci ospita Fr@ del blog: Sciroppo di mirtilli e piccoli equilibri per preparare tutti insieme Il pollo con i peperoni. Ottima ricetta molto gustosa, è piaciuta molto a tutti, e con tutto quel sughetto ci voleva la polenta ma...... sarà per la prossima volta . Ho personalizzato la ricetta aggiungendo olive taggiasche e capperi . 
Grazie mille Fr@ per averci ospitato nella tua bella cucina.

Ingredienti :

  • Un pollo circa 1200gr (se è possibile ruspante)
  • 2 peperoni medi rossi, gialli o verdi
  • Passata di pomodoro
  • 1 cipolla dorata
  • 1 spicchio di aglio
  • salvia
  • rosmarino
  • peperoncino
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe nero
  • Olive taggiasche 
  • Capperi 
La sera prima ho tagliato il pollo e l'ho messo a insaporire con l'aglio, la salvia, il rosmarino, sale e pepe, peperoncino, e riposto in frigo.
Il giorno dopo l'ho  fatto rosolare con l'olio, l'ho bagnato con il vino bianco, ho coperto e ho lasciato cuocere per un'oretta.
A parte ho tagliato e pulito i peperoni  li ho fatti rosolare, poi ho messo il coperchio e ho fatto cuocere per circa 10 minuti a fuoco basso. 
Quando il pollo si è cotto, ho aggiunto i peperoni le olive e i capperi, la salsa di pomodoro e ho lasciato insaporire ancora 10 minuti. Buono, profumato e molto goloso.
                                            
                                                 Il 6 agosto 2014  Siamo in Vacanza

Il prossimo appuntamento è per la seconda domenica di settembre
Arrivederci al 14 settembre 2014 
con La zuppa lombarda di Elena
                                         
                Del  blog:  A pancia piena



domenica 29 giugno 2014

Panini al burro e parmigiano con il licoli o con ldb

Al supermercato dove vado a fare la spesa c'è anche il pane che fanno cuocere loro e io sbircio sempre per vedere se c'è qualcosa di interessante, non da comperare ma da copiare ahahah.
Hanno attirato la mia attenzione dei panini con sopra il parmigiano e così, detto fatto, ho provato a replicarli.
Ed eccoli, pronti e degni di essere presentati: soffici, profumati e golosissimi.

Ingredienti :

  • 110gr di acqua
  • 40gr di burro
  • 1 cucchiaino di malto (o miele)
  • 300gr farina 
  • 150gr licoli rinfrescato tre volte
  • 6 gr di sale
  • Parmigiano qb
Per il poolish con il lievito di birra :
  • 75gr acqua
  • 75gr farina di forza
  • 4g di lievito di birra essiccato
Mescolare bene tutti gli ingredienti del poolish e mettere in un recipiente molto grande, non serve impastare deve risultare una cremina ben amalgamata, mi raccomando di non aggiungere altra farina.
Lasciare lievitare, deve triplicare e risultare un impasto molto gonfio e pieno di bolle. L'ho messo nel forno spento con la luce accesa, quindi a circa 24 gradi e ci è voluto meno di un'ora. Questo è il "finto licoli".
Adesso bisogna procedere come spiego nella ricetta qui sotto che rimane esattamente uguale, l'unica cosa che varia sono i tempi di lievitazione. 
Per questa ricetta si può partire con l'impasto al mattino e saltare il passaggio in frigo, quando è raddoppiato formare i panini  e poi far lievitare di nuovo. 
Lavorando al mattino, per me è comodo il procedimento con il riposo in frigo, usando il licoli in questo modo riesco a panificare anche durante la settimana. Impasto la sera formo il pane al mattino e quando torno faccio cuocere; cosi evito anche di sbirciare continuamente la lievitazione.

Procedimento per entrambi i modi :
Mettere nella planetaria l'acqua, il miele, licoli o il finto licoli e mischiare bene. Aggiungere la farina e con il gancio e impastare bene. Quando tutto è ben amalgamato far riposare per 30 minuti (autolisi). Aggiungere il sale e il burro morbido, impastare per circa 15 minuti. Mettere sul tavolo e fare delle pieghe (per dare forza).
Fare una palla e mette in una grande ciotola unta di olio, coprire con la pellicola e far lievitare al caldo per tre ore. Poi mettere il tutto in una borsa di plastica  e infilare in frigo per tutta la notte.
Al mattino lasciare a temperatura ambiente per un'ora, dividere l'impasto in pezzi da 80gr circa
Mettere sulla carta forno ben distanziati e lasciare lievitare per circa  6 ore o finché sono belli gonfi.
Ho fatto dei tagli a croce con un coltello affilato, ho messo su ogni panino una manciata di parmigiano e li ho infornati a 200 gradi per circa 15 minuti. Non vi dico il profumo mentre cuocevano........


giovedì 19 giugno 2014

Hot dog a modo mio con l'impasto base n.6 e con ldb

I miei ragazzi sono golosi di Hot dog cosi ho pensato di farli a modo mio con l'impasto base base n.6 della Cuochina e come sempre anche con ldb. Fanno un po' impressione ahahahah, ma sono buonissimi, quando poi si arriva alla senape e alle cipolle mmmm che goduria !!!!!

Ingredienti e procedimento per i due impasti:
  • 300g farina 0 
  • tutto il poolish
  • 140g acqua 
  • 20g strutto
  • Un cucchiaio di olio evo 
  • Un cucchiaino di miele 
  • 5g sale
Per il ripieno :
  • Due cipolle
  • Senape qb
  • Sei würstel
  • Vino bianco 
  • Sale e pepe qb
  • Un cucchiaio di olio evo

Poolish con licoli:

  • 40g di licol-kefir (o altro licoli) attivo
  • 60g di acqua
  • 60g farina di forza
Sciogliere licoli con l'acqua ed unire la farina, mescolare bene e mettere al caldo finché non triplica, circa 4 ore.

 

Poolish con ldb:

  • 80g acqua
  • 80g farina di forza
  • 5g lievito di birra disidratato
Mescolare bene tutti gli ingredienti del poolish e mettere in un recipiente molto grande, non serve impastare deve risultare una cremina ben amalgamata, mi raccomando di non aggiungere altra farina.
Lasciare lievitare, deve triplicare e risultare un impasto molto gonfio e pieno di bolle. L'ho messo nel forno spento con la luce accesa, quindi a circa 24 gradi e ci è voluto meno di un'ora. Questo è il "finto licoli".

Adesso bisogna procedere come spiego nella ricetta qui sotto che rimane esattamente uguale, l'unica cosa che varia sono i tempi di lievitazione. 
Per questa ricetta si può partire con l'impasto al mattino e saltare il passaggio in frigo, quando e' raddoppiato formare e poi far lievitare di nuovo. Lavorando al mattino, per me e' comodo il procedimento con il riposo in frigo, usando licoli in questo modo riesco a panificare anche durante la settimana. Impasto la sera, formo il pane al mattino e, quando torno, faccio cuocere; cosi evito anche di sbirciare continuamente la lievitazione. 

Ho cominciato preparando le cipolle. Le ho tagliate sottili e le ho fatte appassire con poco olio poi le ho sfumate con il vino, salato e pepato. Le ho lasciate raffreddare e poi le ho messe in frigo.

Nella planetaria unire il latte, il poolish, il miele e mescolare bene, aggiungere l'olio e la farina setacciata, impastare con il gancio per qualche minuto finché non si stacca dalle pareti, far riposare 30 minuti per l'autolisi, riprendere a lavorare unendo lo strutto e per ultimo il sale, far impastare bene finché non si incorda. Trasferire sul tavolo leggermente infarinato e fare delle pieghe, quindi, fare una palla e trasferire in una ciotola unta di olio. Coprire con la pellicola e lasciare al caldo (nel forno spento con la luce accesa) per due ore. Inserire in una busta di plastica e mettere in frigo per tutta la notte. Al mattino lasciare l'impasto a temperatura ambiente per circa un'ora poi dividere l'impasto in 6 pezzi di identico peso e fare dei panini, lasciare riposare per circa 10 minuti.
 
Infarinare leggermente il tavolo e con il mattarello tirare ogni pezzo a forma di rettangolo poi mettere sopra  le cipolle la senape, il würstel e chiudere bene tutto come si vede nella foto, metterli sulla carta forno con la piega sotto. 
Infornare a 180 gradi per circa 20 minuti. Ottimi caldi ma anche freddi adatti anche per un picnic.


 Impasto base nr 6


venerdì 6 giugno 2014

Quanti Modi di Fare e Rifare i Tortelli di San Giovanni

E' arrivato giugno, anche questo mese partecipo all'iniziativa della Cuochina di Quanti Modi di Fare e Rifare, questo mese ci ospita gentilmente Lucia, del blog Tra cucina e pc, per fare i Tortelli di San Giovanni.
Ecco un altra ottima ricetta che la Cuochina ci ha proposto, mi sono divertita a farli e devo dire che sono veloci da realizzare. Ho triplicato gli ingredienti (i miei tre uomini mangiano come lupi) e li hanno graditi molto, li rifarò presto.
Grazie Lucia di averci ospitato e fatto conoscere questi gustosi tortelli.
                                                       

Ingredienti :

Per la pasta bianca:
  • 300gr farina
  • 3 uova
Per la pasta rossa :
  • 300gr farina
  • 160gr passata di pomodoro
Per condire :
  • Burro qb
  • Salvia qb
  • Parmigiano qb
Per il ripieno:

  • 600gr di ricotta
  • 600gr di mozzarella
  • Spinaci 
  • 150gr parmigiano
  • Sale e pepe qb
                                        
Ecco qualche passaggio
                                                       
Per prima cosa ho preparato il ripieno, ho fatto sgocciolare bene la ricotta e la mozzarella tagliata a dadini piccoli asciugandola anche un po' con la carta assorbente. Ho fatto cuocere gli spinaci e li ho aggiunti alla mozzarella e alla ricotta, poi ho messo il parmigiano, sale e pepe, con le mani ho amalgamato bene, coperto e riposto in frigo intanto che preparavo la pasta. Ho impastato separatamente i due impasti, li ho coperti con la pellicola e fatti riposare circa 15 minuti.
Dopo il riposo ho tirato con la sfogliatrice le due paste lasciandola un po' spessa, la mia macchina al 4. Ho preferito tenerle separate, ho messo il ripieno sopra la pasta gialla ho coperto con quella rossa e cercando di togliere l'aria li ho schiacciati leggermente e poi li ho tagliati con la rotella.
Li ho messi su un canovaccio leggermente infarinato coperti con la pellicola e riposti in frigo fino al momento della cottura. Li ho fatti bollire in abbondante acqua salata a fuoco basso per circa 10 minuti, poi ho spento il fuoco, ho coperto la pentola e lasciati lì ancora 5 minuti (per non farli rompere). Li ho scolati e travasati nella padella, dove avevo fatto rosolare la salvia con il burro, ho aggiunto il parmigiano e li ho fatti saltare un attimo. Sono piaciuti molto, sono allegri così colorati si presentano molto bene.
Ho cominciato alle  otto con tutta la mia calma, durante il riposo della pasta ho fatto anche colazione e alle nove e trenta avevo già finito. Con i ritagli della pasta ho fatto le tagliatelle, e ho avanzato anche un po' di ripieno che ho messo su fette di pane con pomodorini e fatto gratinare in forno qualche minuto ottimi !!!!!!                       

Il 6 luglio ci ospita Fr@ del blog:
                                                              
  Per realizzare:il Pollo con i peperoni
                                          

domenica 1 giugno 2014

Panbrioche alle ciliegie con il licoli e anche con ldb

Maggio ci regala tanta buona frutta e le ciliegie sono le regine di questo mese. Me ne hanno regalato un bel cesto così ne ho fatto una bella scorpacciata.
Stavo facendo l'impasto del panbrioche e mi è venuta l'idea di metterle all'interno. Ho provato e questo è il risultato.

Ingredienti per due stampi:
300 gr farina Manitoba
150 gr licoli attivissimo
120 gr zucchero
50 ml latte
90 gr burro fuso
2 uova
vaniglia
sale un pizzico
600 gr di ciliegie snocciolate
zucchero in granella per decorare
Per il poolish con il ldb:
75 gr di farina di forza
75 gr di acqua
3 gr di lievito di birra disidratato

Procedimento per il poolish:
Mescolare bene tutti gli ingredienti del poolish e mettere in un recipiente molto grande, non serve impastare deve risultare una cremina ben amalgamata, mi raccomando di non aggiungere altra farina.
Lasciare lievitare, deve triplicare e risultare un impasto molto gonfio e pieno di bolle. L'ho messo nel forno spento con la luce accesa, a circa 24 gradi e ci è voluto meno di un'ora. Questo è il "finto licoli". Adesso bisogna procedere come spiego nella ricetta qui sotto che rimane esattamente uguale, l'unica cosa che varia sono i tempi di lievitazione.

Procedimento per entrambi i modi:
Mischiare i liquidi e lo zucchero, aggiungere il licoli o il poolish, metà della farina totale, mescolare poi aggiungere il sale ed il resto della farina..
Mescolare bene e quando il tutto si è amalgamato lasciare riposare 3 ore coperto. Quindi riporre in frigo fino al mattino.
Il giorno seguente togliere dal frigo e far riposare un'oretta a temperatura ambiente. Dividere l'impasto in due pezzi, formare dei rettangoli con le mani e mettere sopra le ciliegie, metà in uno e metà nell'altro. Arrotolare ben stretti, mettere in due stampi da plumcake imburrati e infarinati, schiacciare ancora, portando l'impasto fino ai bordi degli stampi.
Coprire con la pellicola e lasciar lievitare finché non raggiunge l'orlo degli stampi. A me ci sono volute sei ore con il licoli. Cospargere con lo zucchero in granella e infornare a forno caldo a 180 gradi per circa 30 minuti. A metà cottura se serve coprire con un foglio di alluminio per non fare bruciare troppo sopra. Se riuscite a sformare lasciate raffreddare su una gratella. Io l'ho mangiato ancora tiepido era buonissimo ma anche il giorno dopo era ancora fragrante.
         

martedì 27 maggio 2014

Torta di riso soffiato

Questa è la torta più veloce e facile che c'è: ottima a colazione. Ho aggiunto il cioccolato sopra per abbellirla un po' e devo dire che anche il gusto ci guadagna.
Con la stessa ricetta si possono fare anche delle barrette, ideali per la merenda dei ragazzi.       

Ingredienti :

  • 5 barrette di cioccolato Mars 
  • 150 gr burro
  • 100 gr zucchero 
  • 250 gr riso soffiato
  • 100 gr cioccolato fondente per guarnire
Fondere le barrette con il burro e lo zucchero a fuoco basso o a bagnomaria. In una ciotola capiente mettere il riso soffiato, unire il composto fuso e mischiare bene velocemente (io uso le mani).  Versare, schiacciando bene e cercando di livellare, tutto il riso in una tortiera rotonda o in formine se si vogliono fare le barrette.
Lasciare riposare in frigo un paio d'ore, togliere lo stampo e decorare con il cioccolato fuso a vostro piacere. Io ho usato una siringa e ho fatto tante righe in varie direzioni. Tutto qui ma è buonissima !!!!




giovedì 15 maggio 2014

Focaccine salate con l'impasto base n. 9 della Cuochina e anche con ldb

Oggi voglio proporvi queste focaccine ideali da mettere nel cestino da picnic. Soffici saporite e golose. L'impasto base n. 9 della Cuochina e l'ideale per questo tipo di pane.

Ingredienti:

Per il poolish:
  • 150g di licoluva (o altro licoli)
  • 150g farina di forza 
  • 150g acqua
Per l'impasto :
  • 150g di farina di forza
  • 10g di olio evo
  • 5g sale
  • 'Nduja per farcire 
Per il poolish con il lievito di birra :
  • 225g acqua
  • 225g farina di forza
  • 6g di lievito di birra essiccato

Per la finitura:

  • Qualche cucchiaio di olio evo
  • Qualche cucchiaio acqua
  • Olive, origano, pomodori ecc...
  • Sale grosso qb
Mescolare bene tutti gli ingredienti del poolish con lievito di birra e mettere in un recipiente molto grande, non serve impastare deve risultare una cremina ben amalgamata, mi raccomando di non aggiungere altra farina.
Lasciare lievitare, deve triplicare e risultare un impasto molto gonfio e pieno di bolle. L'ho messo nel forno spento con la luce accesa, quindi a circa 24 gradi e ci è voluto meno di un'ora. Questo è il "finto licoli".
Adesso bisogna procedere come spiego nella ricetta qui sotto che rimane esattamente uguale, l'unica cosa che varia sono i tempi di lievitazione. 
Per questa ricetta si può partire con l'impasto al mattino e saltare il passaggio in frigo, quando è raddoppiato formare i panini  e poi far lievitare di nuovo. 
Lavorando al mattino, per me è comodo il procedimento con il riposo in frigo, usando il licoli in questo modo riesco a panificare anche durante la settimana. Impasto la sera, do la forma al pane al mattino e quando torno faccio cuocere; cosi evito anche di sbirciare continuamente la lievitazione.     
Procedimento per entrambi i modi :
Nel primo pomeriggio ho fatto il poolish con il licoli molto attivo. Ho mischiato bene l'acqua, la farina e licoli. Alle sei era più che raddoppiato (con il caldo fa prima), ho aggiunto il sale alla farina, li ho setacciati insieme e aggiunti  al poolish. Ho unito anche l'olio, ho mescolato con una spatola di silicone, ho trasferito l'impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e ho continuato a impastare aiutandomi con la spatola. All'inizio era appiccicoso, ma in poco tempo è diventato morbido e compatto. Ho impastato per circa 10 minuti. 
L'ho trasferito in una ciotola unta di olio e l'ho lasciato riposare per due ore circa. Poi l'ho messo in una busta di plastica e trasferito in frigo per tutta la notte. Al mattino ho messo fuori l'impasto e lasciato a temperatura ambiante per un'ora, ho diviso l'impasto in pezzi da 80gr l'uno, ho fatto dei panini tondi, li ho messi sulla carta forno ben distanziati e li ho appiattiti con le mani. Ho coperto con la pellicola e li ho lasciati lievitare per circa 6 ore, trascorso questo tempo erano belli gonfi. Ho fatto una emulsione con acqua e olio, con le dita le ho appiattite di nuovo, lasciando dei buchi in superficie, e ho versato un cucchiaio di emulsione. Su alcune ho messo delle olive, su altre l'origano, ed altre ancora le ho lasciate in bianco, le ho cosparse di sale grosso e le ho infornate a 200gr per circa 10 minuti.     
                                                            Sono sofficissime !!!!!!


 Anche queste focaccine sono

Possono interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...