martedì 30 aprile 2013

Pane all'uva e pomodori secchi con l'impasto base nr 3 della Cuochina

Pane all'uva e pomodori secchi con l'impasto base nr 3 della Cuochina.
Ne ho fatto doppia dose.

Ingredienti:
  • 210 g farina 0 ( io 420) 
  • 90 g licoli ( io 180 ) 
  • 105 g acqua ( io 210) 
  • sale ( io 10 g) 
per il ripieno:
  • 250 g uvetta passa, 
  • 200 g pomodori secchi sottolio sgocciolati 
Mettere in ammollo l'uvetta in acqua qualche ora poi strizzarla bene e lasciare in un canovaccio tutta la notte, deve essere morbida ma assolutamente senza tracce di acqua. 
Sgocciolare i pomodori e avvolgerli in carta cucina perché perdano l'olio. Mischiare licoli con l'acqua, aggiungere la farina e impastare per due minuti. 
Far riposare 30 minuti (autolisi), aggiungere il sale e impastare per 20-25 minuti. 
L'impasto deve essere ben incordato. Lasciare riposare tre ore poi mettere in frigo tutta la notte. 
Al mattino lasciare a temperatura ambiente per un'oretta, fare una piega a tre, dividere in due e stendere l'impasto con il matterello in una sfoglia molto sottile (circa 30x38 centimetri). Mettere sopra l'uvetta in uno...

e i pomodori nell'altro.
Avvolgere ben stretto più che si può rincalzando i bordi man mano (vedi foto). Far lievitare 4 ore, poi spennellare la superficie con acqua prima di infornare a 180 gradi per circa 20-25minuti


Per la màdia dei lievitati della Cuochina


domenica 21 aprile 2013

Intreccio con mela con l'impasto base nr 2 della Cuochina


Questo bell'intreccio l'ho visto sul sito Fable de Sucre, ma io volendo usare licoli e ho modificato la ricetta, usando l'impasto base n.2 della cuochina che come pasta brioche non delude mai.

Ingredienti:
  • 55g di licoli attivissimo
  • 120g farina
  • 40g latte
  • 30g zucchero
  • 30g tuorli
  • 40g burro morbido
  • un poco di sale
Per il ripieno:
  • Due mele renette
  • Crema pasticcera
  • Una manciata di uvetta ammollata
  • Mandorle a filetti
  • Un pizzico di sale, aroma a piacere (arancia o vaniglia)
Impastare licoli, le uova, lo zucchero, il latte e la farina per due minuti circa.
Far riposare per 20 minuti (autolisi), unire il sale e il burro, impastare bene per circa 15-20 minuti.
Trasferire l'impasto in una ciotola unta con poco olio, coprire e far lievitare al caldo (io nel forno spento, con la luce accesa) per tre ore. Mettere l'impasto in una busta di plastica e riporlo in frigo tutta la notte (in inverno è sufficiente tenerlo in un posto fresco).
Al mattino lasciare l'impasto per un'ora circa a temperatura ambiente, fare due pieghe a tre, dividere in quattro pezzi, tirarli con il matterello a forma rettangolare non troppo sottile e fare l'intreccio. Per vedere come formare le trecce, vedere qui che è spiegato bene. Mettere sopra la crema, le mele tagliate a fette, l'uvetta e intrecciare.
Allineare le brioche sulla carta forno e far lievitare al caldo, per altre sei ore. Cospargere con zucchero semolato e mandorle a filetti. Infornare a 180 gradi per circa 15 minuti o fino a cottura .
Non fate come me lasciatele raffreddare prima di addentarle.

Io la crema la faccio così :
  • 500g di latte (intero)
  • 5 tuorli
  • 5 cucchiai di zucchero
  • 40 g di farina 0
  • Vaniglia o scorza di arancia o limone
Mescolare i tuorli con lo zucchero e l'aroma (non serve montare) unire la farina e il latte freddo.
Portare a bollore. Mettere in un contenitore con la pellicola a contatto. Eccola qua già pronta.

Per la màdia dei lievitati della Cuochina


lunedì 15 aprile 2013

Panini con kefir con l'impasto base nr.1 della Cuochina

Da qualche mese faccio lo yogurt con il kefir che mi hanno regalato e ho pensato di utilizzarlo, in sostituzione del latte, per fare dei panini con l'impasto base nr.1 della Cuochina.
Ingredienti
  • 100g licoli
  • 160g yogurt 
  • 20g di latte (lo yogurt è denso e non bastava il liquido) 
  • 300g farina
  • 15g burro
  • 10g miele
  • 5g sale.  
  • 150g di noci
Impastare licoli con kefir e latte, zucchero e farina. Far riposare 30 minuti (autolisi), quindi aggiungere il sale e per ultimo il burro e le noci a pezzi, impastare ancora per 15~20 minuti. 
 Kefir
Far lievitare 3 ore, coprire bene e mettere in frigo per tutta la notte. Il giorno dopo portare l'impasto a temperatura ambiente, dividere in 8 pezzi. Far lievitare fino al raddoppio (circa 5 ore).
Cuocere a 180°C per 15 minuti o fino a cottura.Sono soffici e profumati 
Per la màdia dei lievitati della Cuochina






venerdì 12 aprile 2013

Pan goccioli con l'impasto base nr 2 della Cuochina


Pan goccioli preparati con l'impasto base nr.2 della Cuochina con dosi raddoppiate
Ingredienti:
  • 240 g farina 0 
  • 110 g licoli molto attivo
  • 80 g latte
  • 60 g zucchero
  • 60 g tuorli
  • 80 g burro temperatura ambiente
  • un pizzico di sale
ho aggiunto: 
  • 100 g di gocce di cioccolato fondente 
  • la scorza di mezza arancia 
Per iniziare ho miscelato bene i liquidi e gli aromi, unito il licoli. Aggiunto la farina, impastato nella planetaria per circa due minuti, fatto riposare 30 minuti (autolisi)
Ho aggiunto poco alla volta il burro, il sale e fatto incordare bene per circa 20 minuti. Ho aggiunto a mano le gocce di cioccolato. Ho messo l'impasto al caldo per 3 ore coperto con la pellicola poi l' ho infilato in una busta di plastica e ho messo in frigo per tutta la notte. 
Al mattino ho lasciato l'impasto a temperatura ambiente per 1 ora. Poi ho fatto i panini e lasciati lievitare per 6 ore. Ho spennellato con il latte e infornate a 180 gradi per circa 15 minuti. Consiglio sopra anche un po' di zucchero per i più golosi come me. 

Per la màdia dei lievitati della Cuochina

mercoledì 10 aprile 2013

Dolcetti per recupero colomba

Quest'anno ho fatto ben quattro colombe una l'ho regalata ma tre in un mese sono troppe anche per i miei golosoni. Con gli avanzi ho pensato di riproporle in altra forma. È stato un successo, giusto il tempo di fare le foto e questi dolcetti sono spariti :-))))

Ingredienti per 8 dolcetti :
  • 200 g di colomba
  • 2 uova
  • 200 g latte
  • 70 g farina più lievito
  • una mela renetta
  • 50 g zucchero
  • 100 g cioccolato ( io ho usato quello delle uova di Pasqua)
Sbriciolare la colomba unire la farina e lo zucchero. Sbattere le uova, unire il latte e versare sopra la colomba. Mischiare bene, aggiungere la mela sbucciata tagliata a dadini e anche il cioccolato. Ho usato degli stampini in silicone rivestiti da pirottini di carta, li ho riempiti fino a tre quarti e messi nel forno caldo a 180 gradi per circa 20 minuti. Ho controllato la cottura con il solito stuzzicadenti e spolverati con zucchero a velo e il gioco è fatto !!!!!!!!












Buon appetito!!!!!!!!!









sabato 6 aprile 2013

Quanti modi di fare e rifare gli Strangula prievet

Eccomi qua all'appuntamento per Quanti modi di fare e rifare con gli Strangula prievet di Spery del blog "Babà che bontà" Un altro piatto che non conoscevo ma che è piaciuto moltissimo a tutta la famiglia!
Ho preparato il ragù, sia nelle dosi che nel procedimento, esattamente come da ricetta. La carne si è disfatta nel sugo. La passata di pomodoro è quella che ho fatto io con i pomodori dell'anno scorso raccolti nel nostro orto.

Ingredienti per la pasta: (le mie dosi per 4 persone)
  • 250 g di semola rimacinata
  • 250 g di farina 0
  • 280 ml di acqua

Per il ragù:
  • 5 costine di maiale
  • 5 ossa carnose di bovino
  • 5 fette di bovino di spessore medio
  • 2 litri di passato di pomodoro
  • 3 cipolle
  • sale q.b
  • pepe q.b
  • aglio q.b.
  • prezzemolo q.b
  • parmiggiano q.b
  • basilico q.b.
  • 6 cucchiai di olio extravergine

Preparare gli involtini, ponendo nel centro delle fettine di carne l'aglio, il prezzemolo. Spolverizzare con un pizzico di parmigiano, il sale e il pepe.
Arrotolare le fettine su stesse e chiuderle con uno stuzzicadenti.
Tagliare le cipolle a julienne e porle in un tegame dal fondo spesso insieme all'olio.
Far soffriggere a fuoco medio. Quando le cipolle si saranno imbiondite ben bene, eliminarle dall'olio e aggiungere i pezzi di carne.
Far rosolare la carne nell'olio e lasciar cuocere per circa trenta minuti, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.
A questo punto, aggiungere il passato di pomodoro. Salare, pepare e aggiungere mezzo cucchiaino di zucchero.
Quando il sugo inizierà a sobollire, abbassare la fiamma al minimo e lasciar andare per almeno 5 ore, girando di tanto in tanto, in modo che il pomodoro non si attacchi sul fondo del tegame.

Per preparare la pasta:
Setacciare la farina, aggiungere l'acqua,  impastare a lungo, poi far riposare l'impasto per 15 minuti.
Trascorso questo tempo, formare dei cilindri, grossi più o meno un dito, che andranno tagliati a tocchetti. Mi risultava difficile formare gli strangola preti (non avendo mai visto come si fa) allora ho pensato di usare il riga gnocchi (vedere foto). Mi sembra abbia funzionato.
Quando sono pronti cuocere in abbondante acqua salata. Saranno cotti, quando saliranno a galla.
Condire con abbondante ragù.

Una ricetta buonissima, grazie!

Il 6 di maggio voleremo in Grecia a preparare con Marina
la bougatsa dolce da Salonicco!








Possono interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...