venerdì 29 marzo 2013

Colomba al cioccolato

La mia cara amica Anna qualche giorno fa ha pubblicato la colomba con l'impasto base n.5 della Cuochina. Mi è talmente piaciuta questa idea che ho voluto provare anch'io ma, golosona come sono, ho pensato di farla al cioccolato . Lasciò a voi giudicare!!!!!!

Ingredienti:

Primo impasto:
  • 40g latte
  • 30g burro
  • 30g zucchero 
  • 1 uovo
  • 100g licoli molto attivo
  • 180g farina di forza
  • 1 cucchiaino di miele
Secondo impasto:
  • 35g latte
  • 30g burro
  • 30g zucchero 
  • 1 tuorlo
  • Buccia di arancia
  • 70g farina di forza
  • Un pizzico di sale
  • 100g gocce di cioccolato
Per la copertura al cioccolato:
  • 150g cioccolato al latte.  
  • Una manciata scaglie di cioccolato fondente           
Primo impasto:
Scaldare il latte , farvi sciogliere il burro e unire lo zucchero, l'uovo, il miele, licoli e mescolare il tutto poi aggiungere la farina setacciata e impastare bene per circa quindici minuti.
Trasferire la pasta in una ciotola unta di burro, coprire con la pellicola e tenere al caldo per sei ore.
Trascorso questo tempo l'impasto e' più che raddoppiato.
Secondo impasto:
Scaldare il latte, farvi sciogliere il burro, lo zucchero, il tuorlo, la buccia di arancia, il primo impasto e la farina setacciata. Impastare  per dieci minuti poi aggiungere il sale, impastare ancora cinque minuti e aggiungere (io a mano, con una spatola) le gocce di cioccolato. Sul tavolo appena infarinato fare delle pieghe poi mettere in una ciotola  coperta con la pellicola e mettere al caldo Dopo sei ore era bello gonfio e pieno di bolle e l'ho trasferito nello stampo della colomba, ho rimesso la pellicola e fatto lievitare al caldo per circa otto ore. Trascorso il tempo la pasta e' arrivata quasi al bordo dello stampo. L'ho infornato a160 gradi per circa 35 minuti e a metà  cottura ho messo un foglio di alluminio sopra per non farla scurire troppo. Appena tolta dal forno ho fuso il cioccolato a bagnomaria e l'ho messo sopra la colomba, così caldo e' stato più semplice spalmarlo, dopo dieci minuti ho messo le scaglie.
È sofficissima e ha un profumino delizioso, volevo conservarla per Pasqua ma i miei tre uomini quando l'hanno vista l'hanno spazzolata quasi tutta e mi hanno detto "va beh! Per Pasqua la rifai di nuovo" !!!!    



della Cuochina

mercoledì 27 marzo 2013

Cestini di uova

Questi cestini sono una bella idea per abbellire la macedonia che dopo il pranzo di Pasqua e' consuetudine a casa mia per rinfrescare i miei commensali. Di sicuro effetto quando li porterete in tavola.

Ingredienti : per 6-7 cestini
  • 600 g di cioccolato  fondente
  • 2 cestini di fragole
  • Panna montata zuccherata o crema a vostro gusto
  • Palloncini gonfiabili
Sciogliere il cioccolato, io ho preferito il fondente ma si può usare qualsiasi cioccolato , a bagno maria con la fiamma molto bassa. Nel frattempo lavare i palloncini, gonfiateli fino alla grandezza che volete il cestino e metteteli sopra un bicchiere o una scodella. Quando il cioccolato sarà ben fluido versatelo sui palloncini, il cioccolato deve essere di un bello spessore, non troppo sottile altrimenti si rompe. Lasciate che il cioccolato coli da solo, così facendo escono di forme bizzarre e il cioccolato e' dello spessore giusto. Mettere il tutto nel congelatore per circa un ora , poi togliere i cestini aspettare qualche minuto e tagliare il nodo con la forbice . Togliere delicatamente il palloncino toccandolo il meno possibile e mettete i cestini in frigo . Si possono riempire a piacere con frutta o creme fredde.

Vedrete che figurone!!!!!!!!!

martedì 26 marzo 2013

Giardino di uova

Per Pasqua preparo questo antipasto pieno di colori. E' molto bello da vedere ed è buonissimo.
  • uova sode
  • un cucchiaio di ricotta vaccina per tuorlo
  • prezzemolo
  • olio evo
  • sale
  • pepe
  • lattuga e fiori di stagione (primule)

Taglio le uova a metà, tolgo il tuorlo che amalgamo a tutti gli altri ingredienti. Metto il composto nella tasca da pasticciere e riempio le uova che decorano insalata e primule.


domenica 24 marzo 2013

Nodini con semi di canapa e lino per l'impasto base nr 5 della Cuochina

Qualche volta mi chiedo (la mia mamma mi dice sempre così ) chi me lo fa fare alzarmi anche alle cinque per impastare, "accudire" il lievito, darmi tanto da fare insomma. Certo, tutto questo richiede fatica e pazienza ma se poi ti escono queste cose buone pensi che la soddisfazione non ha prezzo!
All'impasto base nr 5 della Cuochina ho aggiunto semi macinati di canapa e lino, acquistati in un negozio biologico online.

Ingredienti
  • 75ml latte
  • 60g di burro
  • 45g di zucchero semolato
  • 3g di malto (facoltativo)
  • 100g licoli
  • 250g di farina (ho aggiunto 50 g di semi)
  • 1 uovo
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • frutta secca, aroma, ecc. a piacere (omesso)
Sciogliere licoli con latte, malto, uovo e zucchero. Unire la farina mescolata con i semi macinati. Far riposare 30 minuti (autolisi), quindi aggiungere il sale e per ultimo il burro, impastare ancora per 15-20 minuti. Coprire bene, far lievitare 3 ore al caldo, e mettere in frigo per tutta la notte. Il giorno dopo lasciare l'impasto, sempre coperto a temperatura ambiente, per un'ora. 
Quindi dividerlo in pezzi, creare i nodini, coprire e far lievitare per 6 ore.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 15 minuti.

Sono sofficissimi e li trovo adatti per la prima colazione, magari abbinati con della marmellata di lamponi!

Per la màdia dei lievitati della Cuochina

lunedì 18 marzo 2013

Rose di pane con l'impasto base nr.5 della Cuochina


Oggi ho sfornato le rose (questa era mia intenzione ma non so se la forma ricorda una rosa) fatte con l'impasto base nr5 della Cuochina. L 'unica differenza è che non ho messo lo zucchero perché volevo dei panini salati. 

Ingredienti:
  • 75ml latte
  • 60g di burro
  • 45g di zucchero semolato (omesso)
  • 3g di malto (facoltativo)
  • 100g licoli
  • 250g di farina (ho usato 100 g di farro e 150 farina integrale)
  • 1 uovo
  • 1/2 cucchiaino di sale

Sciogliere licoli con latte, malto, uovo. Unire la farina setacciata e far riposare 30 minuti (autolisi), quindi aggiungere il sale e per ultimo il burro, impastare ancora per 15-20 minuti. Coprire bene, far lievitare 3 ore al caldo poi mettere in frigo per tutta la notte. Il giorno dopo lasciare l'impasto, sempre coperto a temperatura ambiente, per un'ora. 
Quindi dividerlo in pezzi del peso di 90 grammi, fare dei rotolini poi tirarli col matterello. Praticare dei tagli in lunghezza....
...e arrotolare a mo' di rosa. Lievitare per 6 ore.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 15 minuti.

Per la màdia dei lievitati della Cuochina





lunedì 11 marzo 2013

Colomba velocissima senza impasto

La fatica di preparare questa invitante colomba è veramente poca ma il risultato è molto buono!

Ingredienti:
  • 300 gr farina Manitoba
  • 150 gr licoli attivissimo
  • 120 gr zucchero
  • 50 ml latte
  • 90 gr burro fuso
  • 2 uova
  • buccia di arancia
  • vaniglia
  • sale un pizzico
Per la glassa:
  • 50 gr di mandorle tritate
  • 70 gr di zucchero
  • albume qb
Alcune mandorle intere e granella di zucchero per decorare

Mischiare i liquidi e lo zucchero, aggiungere il licoli,  metà della farina totale, mescolare poi aggiungere il sale l'altra farina..
Mescolare bene e quando il tutto si è amalgamato lasciare riposare 3 ore coperto. Quindi riporre in frigo fino al mattino. Formare la colomba e mettere nello stampo (il mio misura 30x22 cm): prima il corpo centrale, poi le ali. Lievitazione 7-8 ore.
Per la glassa ho sbattuto l'albume ho aggiunto le mandorle tritate i 70 gr di zucchero e l'ho distribuita delicatamente sulla superficie della colomba.
Ho guarnito con mandorle intere, granella di zucchero e zucchero a velo.
Ho infornato a 180°C per circa 45 minuti.


mercoledì 6 marzo 2013

Quanti modi di fare e rifare la Pastiera di maccheroni

Anche oggi, 6 marzo, partecipo all'iniziativa della Cuochina, creata da Anna e Ornella e insieme prepariamo per Quanti modi di fare e rifare
La pastiera di maccheroni di Francesca, che mai avrei creduto di preparare perché non è una ricetta della mia tradizione. Ma è piaciuta tanto a tutta la mia famiglia.
Senza l'iniziativa della Cuochina, probabilmente non l'avrei preparata mai, grazie Cuochina e grazie Francesca.
Ho dimezzato le dosi della ricetta originale, che ho diviso ancora a metà, con ognuna di queste ho fatto due versioni, una come consiglia Francesca e l'altra al cioccolato. Ho semplicemente sciolto del cioccolato nel latte e poi ho proseguito come con l'altra

Pastiera di maccheroni

250g capellini
500ml latte
500g zucchero
6 uova
50g strutto
50g pezzetti di cedro canditi
100g di cioccolato
sale
acqua di fiori d'arancio
strutto e farina per la teglia

Ho fatto bollire i capellini nell'acqua con poco sale, li ho scolati (non ho lasciato l'acqua di cottura perché tutto quel latte mi sembravano sufficienti). Poi:
Versione standard: - In 250g di latte ho messo metà strutto a pezzetti, metà zucchero e 3 uova sbattute, metà canditi e l'acqua di fiori d'arancio. Ho mischiato il tutto con una frusta poi ho aggiunto metà capellini.
Versione al cioccolato: - Ho fatto sciogliere il cioccolato in 250g di latte riscaldato (non troppo caldo), lo strutto, lo zucchero e 3 uova sbattute, i canditi e l'acqua d'arancio e, per ultimo, i capellini
Ho versato in due teglie separate unte di strutto e spolverate di farina. Le ho fatte cuocere insieme nel forno (ci sono entrate comodamente), per 45 minuti a 200°. Sono croccanti sopra e morbide dentro. La versione al cioccolato è molto golosa, anche l'altra è buonissima, sono diverse nel gusto, il loro profumo ha invaso tutta la casa.


Il 6 aprile faremo un primo piatto napoletano di Spery gli : Strangula prievet'





Possono interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...